La verità sul Commissariamento dei Frati Francescani dell'Immacolata

Home » Generale » Rassegna: Aggressione Francescani dell’Immacolata a Santa Maria Maggiore

Rassegna: Aggressione Francescani dell’Immacolata a Santa Maria Maggiore

2017-01-08_181141

Roma, sacerdoti sfregiati in basilica
l’escalation nelle chiese presidiate

di Alessia Marani
ROMA La mente dei duecento fedeli che ieri pomeriggio erano all’interno di Santa Maria Maggiore, una delle quattro basiliche papali di Roma, la preferita di Papa Francesco, è andata subito a padre Jacques Hamel, il sacerdote francese sgozzato nel luglio scorso in Francia. Ma stavolta l’Isis non c’entra.

Ad armare la mano di Renzo Cerro, un senzatetto di 42 anni originario della provincia di Frosinone, contro due sacerdoti sarebbe stato un raptus di follia: «La chiesa non mi capisce», ha detto ai carabinieri che lo hanno arrestato per lesioni gravissime. Un nuovo episodio di violenza che turba negli ultimi giorni una chiesa romana, nonostante il massiccio presidio di forze dell’ordine in chiave anti terrorismo, dopo il furto del bambinello da Santa Maria del Popolo. Cerro, armato di un collo di bottiglia, alle cinque e un quarto del pomeriggio è entrato spedito nella navata centrale della chiesa dell’Esquilino, in pieno centro, super-presidiata dai militari dell’Esercito e dalla forze dell’ordine fin dal Giubileo; si è diretto verso la sagrestia dove c’era padre Angelo Gaeta, 52 anni, d’origine salernitana.

Non ci ha pensato un attimo, lo ha colpito con un profondo fendente in pieno volto. Padre Adolfo Ralf, richiamato dalle urla, ha tentato di andare in soccorso dell’altro frate ma anche lui è stato colpito in viso.
Cerro si è dileguato, ma la fuga è durata davvero poco. I carabinieri che erano di pattuglia ai piedi della basilica lo hanno fermato appena scese le scale mentre cercava di disfarsi del vetro ancora insanguinato. Piccoli precedenti per reati contro il patrimonio e problemi di droga alle spalle, è stato arrestato per lesioni gravissime. I due sacerdoti sono stati trasportati in ambulanza al Policlinico Umberto I, dove padre Angelo – che a giorni avrebbe dovuto lasciare Santa Maria Maggiore per un normale avvicendamento – è tuttora ricoverato in gravi condizioni. Non è in pericolo di vita ma potrebbe riportate lesioni permanenti al volto. Padre Adolfo è stato invece dimesso in serata. «Ora sta riposando – dicevano ieri sera i frati francescani dell’Immacolata che dimorano nella basilica – è scosso ma sta meglio. Quando è successo il fattaccio era presente anche un nostro fedele. La sagrestia era un bagno di sangue».
Cerro avrebbe provato a entrare nella sagrestia anche il giorno precedente, alla Befana, ma sarebbe stato allontanato. Da chiarire se conoscesse padre Angelo. Pare che il 42enne frequentasse ambienti ecclesiali per essere assistito, per ricevere degli aiuti. Non è escluso che possa soffrire di disturbi psichici.

IL BAMBINELLO RUBATO
Martedì scorso un’altra chiesa centrale della Capitale, Santa Maria del Popolo, era stata violata. Il parroco si era accorto che davanti all’altare era sparito il Bambinello del presepe. Un furto strano, anomalo, che aveva destato preoccupazione nei fedeli. La chiesa è una delle più preziose a Roma, custodisce anche opere del Caravaggio e del Pinturicchio. A due passi da via del Corso e con affaccio su piazza del Popolo è altro obiettivo sensibile. Sono state poi le immagini delle videocamere interne a svelare il mistero: a introdursi nella luogo sacro e a dirigersi verso l’altare per rubare il Bambinello era stata una clochard, una dei tanti senzatetto, invisibili che vivono nel centro storico. A riconoscerla è stato il parroco stesso che non ha voluto sporgere denuncia.
Domenica 8 Gennaio 2017 – Ultimo aggiornamento: 11:45
++++++++++++++++

Copertura completa

Entra in Basilica di S. Maria Maggiore e con collo di bottiglia sfregia …

Rai News – ‎11 ore fa‎
Padre Angelo Gaeta e padre Adolfo Ralph sono infatti tra gli “accusatori” di padre Stefano Manelli, il fondatore dei Francescani dell’Immacolata esautorato nel 2013 da Papa Francesco a causa di presunti abusi di potere, di gestione economica e anche …

Due preti aggrediti nella Basilica di Santa Maria Maggiore

Avvenire.it – ‎20 ore fa‎
Le vittime sono due frati francescani dell’Immacolata che prestano servizio nella sagrestia della Basilica: padre Angelo Gaeta e padre Gregorio Adolfo. Sono stati entrambi portati al Policlinico Umberto I. Il primo, che ha subito una profonda ferita

«La Chiesa non capisce» E sfregia due sacerdoti

il Giornale – ‎8 ore fa‎
E nei prossimi giorni si potrà capire anche se l’aggressione di ieri sera è legata in qualche modo alle inchieste, una vaticana e l’altra della Procura di Avellino, contro padre Stefano Manelli, il fondatore dei Francescani dell’Immacolata che fu

Roma, sacerdoti sfregiati in basilica l’escalation nelle chiese presidiate

Il Messaggero – ‎7 ore fa‎
Padre Adolfo è stato invece dimesso in serata. «Ora sta riposando – dicevano ieri sera i frati francescani dell’Immacolata che dimorano nella basilica – è scosso ma sta meglio. Quando è successo il fattaccio era presente anche un nostro fedele. La

Roma, sacerdoti sfregiati a Santa Maria Maggiore, i fedeli: «Quell …

Il Messaggero – ‎41 minuti fa‎
… il sagrestano di Santa Maria Maggiore aggredito sabato pomeriggio all’interno della basilica papale da un 42enne, Renzo Cerro, è stato dimesso stamane dal policlinico Umberto I ed è tornato nella camerata dei frati francescani dell’Immacolata in

Roma, entra in chiesa e sfregia due sacerdoti con una bottiglia rotta

Today – ‎10 ore fa‎
Uno dei due feriti, frate superiore dei Francescani dell’Immacolata, ha riportato una ferita al volto, giudicata di lieve entità. Più gravi, ma non tali da mettere in pericolo la vita dell’uomo, le condizioni dell’altro sacerdote che ha riportato una

Aggredisce due preti con una bottiglia rotta paura a Santa Maria …

Roma Fanpage – ‎7 ore fa‎
Uno dei due, frate superiore dei Francescani dell’Immacolata, ha riportato una lieve ferita al volto. Leggermente più gravi le condizioni dell’altro sacerdote, ricoverato in codice rosso al Policlinico con vistose ferite ad uno zigomo e al mento; l

“Sono incompreso”. E con una bottiglia rotta entra nella Basilica di …

http://www.molisedoc.it/ (Comunicati Stampa) – ‎7 ore fa‎
I due sacerdoti feriti, padre Angelo Gaeta e padre Adolfo Ralph sono tra gli accusatori di padre Stefano Mainelli, fondatore dei Francescani dell’Immacolata esautorato nel 2013 da Papa Francesco per presunti abusi di gestione economica e sessuali.

Roma, entra nella basilica di Santa Maria Maggiore e sfregia il …

News Mondo – ‎17 ore fa‎
L’altro sacerdote è stato anch’egli ricoverato in nosocomio, colpito al volto in maniera meno grave. I due frati feriti sono alcuni degli accusatori di padre Stefano Manelli, il fondatore dei Francescani dell’Immacolata, esautorato nel 2013 da Papa
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: