La verità sul Commissariamento dei Frati Francescani dell'Immacolata

Home » 2016 » settembre

Monthly Archives: settembre 2016

Corriere Sera: Il Papa manda in pensione Oliveri, il vescovo che accolse i pedofili

2016-09-06_071836

Corriere della Sera

Roma / Cronaca

VATICANO

Il Papa manda in pensione Oliveri,
il vescovo che accolse i pedofili

In un incontro a porte chiuse il Pontefice ha chiesto e ottenuto le dimissioni dei prelato difensore della tradizione liturgica. Al suo posto, ad Albenga arriva Guglielmo Borghetti, coadiutore della diocesi ligure e uomo di fiducia del Santo Padre

di Redazione Roma

Monsignor Mario Oliveri, vescovo di Albenga, va in pensione. Papa Francesco ha chiesto e ottenuto le dimissioni del religioso noto come difensore della tradizione liturgica. Lo sostituisce monsignor Guglielmo Borghetti, uomo di fiducia del Pontefice, che lo scorso maggio aveva già «svuotato» il seminario ligure nel quale erano stati accolti aspiranti al sacerdozio scartati dalle altre diocesi: le norme varate da Ratzinger stabiliscono infatti che non può essere sacerdote chi ha tendenze omosessuali.

I sacerdoti perseguiti dalla giustizia

La diocesi di Albenga seguiva però una policy diversa, perché il 72enne Oliveri era fedele a Benedetto XVI solo nella possibilità di celebrare la messa con il vecchio rito (cosa che amava fare personalmente a differenza del Papa Emerito), ma non nella severità riguardo alla condotta del clero e alla repressione della pedofilia. Tanto che Albenga era diventata una sorta di refugium peccatorum per sacerdoti e religiosi perseguiti dalla giustizia o in fuga dalle inchieste dei loro vescovi.

 I nomi discussi

Ad Albenga si sono ritrovati personaggi come padre Stefano Manelli, il fondatore dei Francescani dell’Immacolata, esautorato dalla Santa Sede e inquisito per reati gravi contro il patrimonio e le persone; don Paolo Piccoli, accusato di omicidio (la vittima: un confratello di 92 anni); don Renato di Pietra Ligure, patteggiamento a tre mesi per pedofilia; don Luciano, condannato a sette anni e otto mesi, riguardo al quale il vescovo si oppose alla riduzione allo stato laicale; don Luigi, ancora a Pietra Ligure, che fino a pochi mesi fa celebrava regolarmente la messa nonostante la condanna per favoreggiamento di un pedofilo che aveva molestato un parrocchiano. Oliveri ha sempre rivendicato la propria buona fede nell’accogliere preti e religiosi in fuga da altre realtà: «Qui – sosteneva – c’è stata solo una condanna, il resto sono ricostruzioni giornalistiche».

Il «commissariamento»

Secondo fonti del Vaticano Papa Francesco, dopo un incontro a porte chiuse, avrebbe suggerito al prelato di lasciare il suo incarico. Al suo posto il Pontefice ha nominato Borghetti, finora coadiutore della diocesi di Albenga: il Santo Padre lo aveva inviato nella cittadina ligure nel marzo 2015 concedendogli i pieni poteri. Per Oliveri – rimasto in carica per 26 anni – era stato una sorta di commissariamento per le polemiche suscitate dalle sue decisioni.

 

Annunci