La verità sul Commissariamento dei Frati Francescani dell'Immacolata

Home » Generale » I FATTI NOSTRI

I FATTI NOSTRI

2015-11-09-MANELLI

“So soltanto che i fuoriusciti, le fuoriuscite, di solito dicono, dicono, dicono e inventano, inventano inventano…  sono terribili, sono calunnie”.

 

– E’ questa la dichiarazione rilasciata da P. Stefano Manelli, fondatore dei Francescani dell’Immacolata alla giornalista di RAI 2 per la trasmissione “I Fatti Vostri” del 9 novembre 2015.

 

– Abbiamo ricevuto poco dopo questa telefonata:

 

“P. Stefano ci ha uccise due volte!

Ma non hai visto? E’ uscito per televisione!

A noi insegnava l’umiltà e lui attacca?

Ma quando pensa a pregare e a riparare i peccati?

Ha messo nella mer…  tutto l’Istituto.

Che figuraccia sta facendo fare alla Chiesa!

Gli ho anche lavato i piedi a Frattocchie e ci tratta così?!

Ma lo denuncio! Ci parlo io al Papa! A me non mi riceve?

Mi hanno fatto crepare per farmi uscire e dice che vogliamo una rivalsa?

Lo hai sentito? Dice che ci hanno detto di uscire.

Ma se da anni volevo uscire e mi diceva di resistere per salvare i genitori!

Calunnie?!

Ma io lo vado a sputt…. sotto il convento!

A me e a L. con la scusa della medaglia e come spingeva!

  1. lo disse anche al papà.

Ma stiamo a scherzare?

Dice alla giornalista come si fa a ricordare?

Dice che è passato tanto tempo ?!

 

 

Scherziamo?

Madre M. C. mi voleva pure a me fare strisciare la lingua per terra.

Da allora mi prese sull’occhio…

Facevano apposta di farmi lavare i piatti e quando rompevo quelle cose che facevano schifo mi faceva portare i cocci appesi al collo.

Suor M.M mi ha detto che le hanno detto quello che doveva rispondere alla visitatrice e poi l’avvocato vuole fare interrogare le suore?

Ci vado io e so io a chi faccio pure parlare che vuole parlare e sta soffrendo ancora dentro…

Tutta una finzione di suor S…

Hanno messo la nipote per televisione a giocare con la palla. Vuoi vedere che hanno scambiato le suore, fatto andare chi volevano loro nella comunità a San Giovanni Rotondo davanti alle telecamere.

Le solite furbe! Tutto preparato.

Ma se ci tolsero pure la ricreazione!

 

la suora più alta con gli occhiali è la nipote carnale di manelli

la suora più alta è la nipote carnale di manelli

 

–       E’ questa una delle reazioni a caldo sull’ennesimo programma diffuso sulla rete nazionale per ristabilire una verità sepolta e che stava continuando a produrre dolore alle persone.

L’Italia è scandalizzata.

Ho voluto allora fare io una telefonata a una delle molte vittime del p. Manelli la quale mi ha riferito questo:

Mesi e mesi prima di avere un colloquio (p. Stefano Manelli ndr) malgrado un sacco di volte l’ho chiesto. Stavo in crisi e lui diceva che non poteva ricevermi. Non potevo chiamare il mio parroco. Non potevo andare da don G. G.  Ero malata e lui mi diceva che non poteva muoversi.

 

–       Ecco cosa invece P. Stefano ha dichiarato oggi davanti alle telecamere:

“Papa Francesco come santità mi chiami perché io sono disposto a venire anche subito, mi chiami immediatamente proprio per chiarire, far presente tutta la realtà delle cose e tutto il bene che vogliamo cercare di realizzare per il bene della Chiesa e dell’umanità”.

 

Intanto, se la Chiesa non interviene, non darò più il mio 8 per mille e se quello che ha fatto e sta facendo p. Manelli è un bene, lo lasciamo giudicare a chi sta osservando i FATTI “Nostri”.

Sempre la solita presunzione di credere che sta salvando l’umanità.

Chiarisca anche perché ha un conto corrente personale.

 

–       Un frate di Casalucense ci disse:

“Quando dopo il Conclave venne fatto il nome di Jorge Bergoglio, P. Stefano gridò: Noooooo!!!!!”

           

L’ho sentito dire: “Bergoglio Papa è la peggiore disgrazia che potesse accaderci”.

 

Un frate di Roma ci ha riferito: “Il nipote (p. Settimio Manelli ndr) impedì agli studenti di Sassoferrato di andare alla cerimonia del 19 marzo 2013.

 

–       “Telefonò – continua la testimonianza – al superiore di Casalucense per impedire anche ai suoi frati di Sassoferrato che stavano momentaneamente a Casalucense di andare alla cerimonia di intronizzazione del Papa”.

Un frate americano  (che uscì dall’Istituto scandalizzato) disse: “Mi ritrovai con un bigliettino incollato alla porta della stanza. Non potevo andare a San Pietro…”

 

Di fronte a queste evidenze e a questo marciume, c’è chi ancora difende Manelli.

Questa volta deve alzare la posta e accusare direttamente il Papa, “il Vaticano”.

E’ davvero ridicolo difendere un personaggio simile, ma anche questo concorre alla rapida soluzione del caso.

Se la Chiesa si fosse pronunciata, visto che padre Manelli sembra oramai spezzarsi, dopo non essersi piegato da saggio e persona intelligente, lo scandalo non avrebbe assunto un tale clamore.

A chi sta ricattando Padre Manelli?

Chi sono, anzi chi erano i suoi PPR (protettori-porporati-ricattabili)?

Chiesa e Postconcilio della nota tradizionalista Maria Guarini parla di “baggianate di persecutori”?

Come si permette? Pensi alle sue di baggianate!

2015-11-09-alessia

Oggi su RAI Due, senza voce camuffata, è intervenuta “Alessia”, una vittima del p. Manelli che ha offerto un nuovo contributo.

“Mi diceva che se mi fossi sposata sarei andata all’Inferno. Ci facevano sempre mangiare quello che stava in un vassoio fino a finirlo, anche se si avariava dopo giorni. Volevo uscire ma mi portarono nella stanza di p. Stefano. Mia sorella è ancora dentro. Vi rimane perché è plagiata. Questo era il metodo.”

Ma ha figlie la Guarini?

Perché non si va a chiudere lei là dentro?

Nuovamente si fissa sulla questione dei beni.

Ma se li tenessero pure sti’ negozi, ste’ ville, ste’ case, sti terreni, sti poeracci!

Non ci racconti però balle, come quelle sulle Associazioni e l’amministrazione dei beni.

Tra poco alla Guarini le risponderà la Magistratura.

Quanto al solito Tosatti, speriamo che le superiore delle suore accolgano il suo invito quando scrive:

“(…) forse le religiose interessate (le cinque superiore ndr)  potrebbero chiedere ragione, per tutelarsi, di fronte alla giustizia religiosa e a quella civile”.

Religiosa oramai ci fa un baffo, civile ci darà ragione e rincarerà la dose a chi ci vuole fare ancora violenza.

Il Papa ha detto domenica scorsa all’Angelus: ( Cari fratelli e sorelle, so che molti di voi sono stati turbati dalle notizie circolate nei giorni scorsi a proposito di documenti riservati della Santa Sede che sono stati sottratti e pubblicati.

Per questo vorrei dirvi anzitutto che rubare quei documenti è un reato. E’ un atto deplorevole che non aiuta.

(…) Perciò voglio assicurarvi che questo triste fatto non mi distoglie certamente dal lavoro di riforma che stiamo portando avanti con i miei collaboratori e con il sostegno di tutti voi.

Sì, con il sostegno di tutta la Chiesa, perché la Chiesa si rinnova con la preghiera e con la santità quotidiana di ogni battezzato.

Quindi vi ringrazio e vi chiedo di continuare a pregare per il Papa e per la Chiesa, senza lasciarvi turbare ma andando avanti con fiducia e speranza”.

Chi ha dato ai blog tradizionalisti il decreto di commissariamento delle suore?

Babbo Natale?

E che non ci dicano (le suore) che è stato un corvo all’interno della Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica.

Della resistenza delle superiore ad andare a ricevere il decreto di commissariamento, non si tratta di una fuga di documenti, ma della notizia di un fatto.

Anche le pietre ne sono a conoscenza e poi le suore, ci conosciamo, parlano troppo e non si rendono conto con chi parlano…

 

Poiché i movimenti di soldi ci sono stati ed è dimostrabile, non vediamo l’ora di controquerelare e andare in TV con la NOSTRA ulteriore testimonianza; non più su p. Manelli, stavolta, ma su certe superiore delle suore: le ultime superiore, ma anche le vecchie, specie quella(e) rifugiata(e) in Inghilterra.

Vogliono aprire un nuovo scandalo?

L’amore alla Chiesa ci sta trattenendo.

“Donna avvisata, mezza salvata”…

Annunci

2 commenti

  1. maria ha detto:

    Invece di andare ai fatti vostri, restituisca tutto cio’ che ha accumulato,ma il male fatto alle persone lo deve pagare, ma vedete e’ un maniaco,non confondetelo con un santo……….ma Manelli non pensa che se arriva sorella morte andrebbe nel girone oltre all’inferno…………..e’ nauseante che il VATICANO non prenda una seria decisione, chi scrive non e’ ne’ un frate ne’ una suora, solo una persona che ha capito come era il Manelli arrogante amante del potere, ripeto che se obbediva non si staccana dai conventuali perche non poteva plagiare fare vivere in miseria i poveri frati e suore e lui si arricchiva. Quindi per me deve lasciare il sacerdozio, e se la magistratura fara’il suo corso che lasci questa terra arrestato………E’ vergogna……

    Mi piace

  2. maria ha detto:

    Dimenticavo di chiedere al Manelli come mai ha deciso di intervenire ai Fatti Vostri, quando ha vietato di vedere la televisione ai suoi sudditi se non dire schiavi? Io per conto mio posso affrontarlo apertamente,posso dire che e’ un falso profeta e tente altre cose, che si ravvedi prima che sia troppo tardi…………..

    Mi piace

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: