La verità sul Commissariamento dei Frati Francescani dell'Immacolata

Home » Generale » PADRE FIDENZIO: LETTERA DEL PRESIDENTE DELLA CONFERENZA ITALIANA DEI SUPERIORI MAGGIORI (CISM)

PADRE FIDENZIO: LETTERA DEL PRESIDENTE DELLA CONFERENZA ITALIANA DEI SUPERIORI MAGGIORI (CISM)

11250025_1578847719071734_2585523100348744488_n

Roma, 08 giugno 2015

Carissimi PP. Provinciali e Religiosi d’Italia,

ieri, solennità del Corpus Domini, è morto P. Fidenzio Volpi, Segretario storico della Conferenza Italiana Superiori Maggiori (CISM).

A nome personale, del Consiglio di Presidenza, del Consiglio Nazionale e della Segreteria sento di esprimere le più vive condoglianze al Provinciale e a tutti i Religiosi Cappuccini della Provincia di S. Carlo, in Lombardia.

P. Fidenzio Volpi era nato a Pianico (BG), il 10 Luglio 1939. La sua passione per Cristo e l’amore ai confratelli, la dedizione ecclesiale e la sua capacità istituzionale l’avevano portato ad acquisire quella credibilità di paternità e di servizio che si tradusse nel suo mandato di Provinciale dei Cappuccini lombardi, per due trienni, a partire dal 1988.

Dall’estate del 1994, la sua esperienza, la sua passione ecclesiale, l’amore per la vita religiosa si concretizzarono nel servizio generoso alla Conferenza Italiana Superiori Maggiori (CISM), con l’incarico di Segretario nazionale.

La CISM, in questi 21 anni di servizio di P. Fidenzio Volpi, ha vissuto una stagione bellissima di partecipazione e corresponsabilità, ha maturato visibilità e credibilità ecclesiale, ha garantito presenza istituzionale e autorevolezza nei suoi interventi. P. Fidenzio è stato tessitore della rilevanza ecclesiale dei Religiosi in Italia, presenza attenta, rispettosa ed esigente dinanzi alle diverse istituzioni della Chiesa, collante delle diverse sensibilità e progettualità della nostra Conferenza, attraverso la sua fraternità franca, la memoria storica e l’entusiasmo mai pago.

P. Fidenzio ci lascia una eredità e una responsabilità che toccano la rilevanza ecclesiale dei Religiosi nelle Chiese in Italia e la comunione dei Superiori Maggiori, come forma dell’essere nella Chiesa; senza dimenticare la sua dedizione alla Chiesa, di cui il lavoro svolto in questi ultimi tre anni come Commissario pontificio rappresentano una luminosa testimonianza di servizio ed obbedienza.

Noi, a questo fratello burbero e buono, mentre lo accompagniamo fino alla soglia dell’Eterno, affidandolo alla tenerezza di Dio, gli diciamo grazie. La nostra vuole essere una gratitudine che attraversa la sua Provincia religiosa e, con uguale intensità, la sua famiglia, una gratitudine del cuore e della memoria, una gratitudine di umanesimo cristiano.

Con sensi di stima e di viva cordialità.

P. Luigi Gaetani, OCD
Presidente CISM

11391462_1578847569071749_4636873043924455563_n

Annunci

1 commento

  1. maria ha detto:

    Padre Volpi dal cielo interceda per tutti coloro che4 le hanno fatto del male, poverino e’ morto di crepacuore, un martire.Una cosa chiedo che si prenda una decisione veloce e anche drastica per il santone di Manelli.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: